Ti trovi in:

Home » Territorio » Il paese di Bocenago » Itinerari » Sinter dal Grier

Sinter dal Grier

di Giovedì, 09 Luglio 2015
Immagine decorativa
Lunghezza in metri
5100
Durata in ore
2-3
Difficoltà
bassa
Informazioni
Località Partenza: Sede Municipio Bocenago 750m
Punto Più alto: Bivio strada Val Bassa – Pertaghi - Luf (952m)
Dislivello: 260m
Periodo migliore: Aprile -Novembre
Esposizione: Ovest
Difficoltà fisica: Facile
Difficoltà tecnica: Escursionistico
Ricezione telefono cellulare: Ricezione buona con tutti i gestori di telefonia
Per famiglie: Si, bambini sopra gli 8 anni

Località itinerario 

Bocenago – sede municipio (750m); strada vecchia Bocenago - Massimeno; Bivio Massimeno - Acqua Sanc'  (792m); Strada Acquasanti Valle Palastro (838m); Marin – Bivio inizio Sinter dal Grier (927m); Baiaga (879m); Laras (930m); Bivio strada Val Bassa – Pertaghi - Luf (952m); Luf (925m); Costa; bivio inizio paese (782m); Bocenago – Casa dai Riduc (749m); Bocenago – sede municipio (750m).

Introduzione

L’itinerario “dal Grier” tocca le principali località poste a ridosso del comune di Bocenago e consente di effettuare un’escursione dal forte contenuto naturalistico vista la grande varietà di fiori e piante presenti sul cammino. Il percorso, che si snoda principalmente nella fitta macchia che caratterizza questa fascia boschiva, si volge all’ombra delle piante consentendone la sua percorrenza anche nelle calde giornate estive.

Accesso

Dalle Giudicarie - Val Rendena:

Lungo la SS239 della Val Rendena fino a Strembo dove si segue per Bocenago. Attraversare il paese fin quando sulla destra si scorge la sede del Municipio che dispone di due parcheggi sovrapposti. Alcuni posti auto del parcheggio sottostante hanno l’obbligo del disco orario.Percorso

  1. Usciti dal parcheggio si prosegue in lievissima salita in direzione nord. Poco dopo aver superato la Chiesa Parrocchiale, evidente sulla sinistra, si imbocca una salita asfaltata a destra con indicazioni “Massimeno – Posine – Varcè” per passare, dopo alcuni metri, a fianco di un capitello votivo, visibile a sinistra.
  2. Si segue la suggestiva stradina asfaltata che lentamente penetra nel bosco. In località Signor 792m si fiancheggia una bella casa “da monte” con un originale affresco della Madonna.
  3. Giunti ad un bivio con tabella in legno “Acqua Sanc' – Val Bassa” si imbocca la stradina che sale a destra. La si segue compiendo due secchi tornanti e passando davanti ad una fontanella (Valisela).
  4. Al bivio che si incontra poco dopo si ignora l’indicazione a destra per “Baiaga” e si prosegue dritti in salita sulla “Forestale Acquasanti Valle Palastro”. Ora si prosegue in salita sulla suggestiva stradina asfaltata ripida ignorando altri bivi minori. Questo tratto attraversa un bosco molto fitto che consente di camminare sempre al fresco dell’ombra delle piante.
  5. Superata la località “Marin” si incontra il cartello che indica l'inizio del Sinter dal Grier (927m), sulla destra. Si abbandona la strada asfaltata e si sale per il sentiero.
  6. Il sentiero prosegue traversando nel bosco. Avendo cura di ignorare altre tracce di sentiero disseminate qua e là, si continua per il sentiero più battuto con andamento “saliscendi” e incontrando due brevissimi ponticelli in legno.
  7. Dopo aver superato un torrentello con guado si giunge in prossimità di una piccola baita diroccata ed immersa nel bosco. Il sentiero qui svolta deciso a destra e scende nel bosco con pendenza più sostenuta fino ad arrivare alla strada di accesso alla località Baiaga.
  8. Si gira a sinistra per seguire la forestale e per portarsi nel prato di Baiaga (879m).
  9. Si passa a sinistra della casa posta di fronte e completamente recintata. Traversando per prato si giunge al limite del bosco sul lato opposto da quello di provenienza.
  10. Qui si gira a sinistra e, per circa 50m, si segue il sentiero che sale nel bosco. Ci si imbatte in un rudere completamente avvolto dalla vegetazione. Ora, con attenzione, si abbandona la traccia di sentiero e si va a destra penetrando nel bosco per traversare circa 30m di macchia sprovvista di traccia.
  11. Si ritrova il sentiero poco dopo. Lo si segue per giungere immediatamente al prato della località Laras (930 m).
  12. Passando davanti a due vecchie case, si risale il versante prativo verso sinistra e, seguendo un’evidente traccia, si giunge ad una strada forestale nei pressi di un piazzale.
  13. Si prosegue sulla sterrata andando a destra in discesa, inizialmente su pendenza sostenuta. In seguito la strada si fa meno ripida. Ignorando bivi minori si prosegue nella discesa. Alla “Val da Pradei” la strada diventa un bel ciottolato. Raggiunto il bivio “Crosere de Via” (800m) si scende a destra fino alle prime case del paese.
  14. Al primo bivio si gira a destra e ci si infila per un suggestivo viottolo che conduce in paese.
  15. Una volta giunti davanti alla “Casa dai Riduc” si prosegue diritto e si ritorna velocemente al punto di partenza.
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam